Progetto

progetto: PNRA16_00294

   
acronimo
responsabile FRANCESCO REGOLI
ente di appartenenza UNIVERSITA' POLITECNICA DELLE MARCHE, DIP. SCIENZE DELLA VITA E DELL'AMBIENTE
descrizione
Il progetto è rivolto allo studio della capacità di adattamento degli organismi Antartici e della loro vulnerabilità al disturbo ambientale. Le specie chiave Adamussium colbecki e Trematomus bernacchii saranno esposte in Antartide a scenari realistici sulle future variazioni di temperatura e pH, simulando al contempo l’eventuale co-presenza di contaminanti chimici. Si analizzerà la modulazione molecolare, biochimica e cellulare delle difese antiossidanti e della proliferazione perossisomiale (SOD, catalasi, GSH, GR, GPx, TOSC, AOX), dei sistemi di eliminazione di proteine citotossiche (UPS, APEH), di recettori nucleari e fattori trascrizionali (PPARα, Nrf2, Keap1), della biotrasformazione (CYP4501A, CYP4503A, GST, UDP-GT), nonché la comparsa di alterazioni cellulari a carico delle membrane, dei lisosomi, del DNA, dell’accumulo di lipidi, ed infine l’efficienza di bioaccumulo dei contaminanti. Le indagini saranno estese a Chionodraco hamatus come confronto tra nototenoidei a sangue rosso ed icefish, a specie Artiche e temperate, e ad organismi trasportati vivi in Italia. Nel complesso, questo progetto consentirà di caratterizzare la sensibilità al disturbo ambientale alle diverse latitudini e gli effetti sia nel breve che nel medio termine. Inoltre, la vulnerabilità degli organismi antartici verrà valutata anche attraverso la determinazione delle principali classi di contaminanti ambientali nel guano dei pinguini Imperatore e di Adelia. I risultati aumenteranno la nostra conoscenza sui meccanismi di risposta molecolari e cellulari, sui processi biologici di base responsabili dell’adattamento, e sulle implicazioni in un contesto più ampio di resistenza agli stress multipli degli organismi Antartici.